La cucina è un ambiente accogliente e fondamentale della casa ed è un luogo sia conviviale sia “operativo” per le varie attività che si compiono.

Sono questi motivi per cui è molto importante progettarla e arredarla con cura. Le esigenze cambiano a seconda delle persone che la utilizzano e dello spazio disponibile.

Uno spazio di lavoro funzionale

La cucina è uno spazio dedicato ai lavori manuali, quindi tutto deve essere pensato per facilitare le diverse attività. Il piano di lavoro deve essere sufficientemente ampio, deve trovarsi in prossimità del lavello e del contenitore dei rifiuti. Installare dei punti luce, sopra il piano di lavoro, aiuta a illuminare correttamente la zona utilizzata per la preparazione e per la cottura degli alimenti. Non è sufficiente l’illuminazione che proviene dal punto luce posizionato alle spalle. Il contenitore dei rifiuti dovrebbe essere inserito all’interno di un mobile della cucina, per ragioni pratiche ed estetiche. Le tre aree di attività, quali preparazione e cottura, lavello e conservazione alimenti, dovrebbero essere disposte a poca distanza l’una dall’altra.

Scelta dei mobili per riporre e per conservare

A volte non ci si rende conto della quantità di oggetti che si accumulano in cucina. Dagli alimenti alle spezie, dalle pentole alle posate e ai piatti, gli oggetti da riporre sono molti ed è necessario avere i mobili adatti. È utile massimizzare lo spazio, scegliendo dei mobili ad angolo e profondi, arrivando a sfruttare lo spazio in altezza fino al soffitto. Sono da prendere in considerazione anche dei ganci, per appendere strofinacci e piccoli utensili. Gli spazi sono tutti da riempire, anche quelli più scomodi, come l’ultimo ripiano di un mobile. È posizionato troppo in alto per utilizzarlo quotidianamente, ma è il posto adatto per riporre elettrodomestici di uso occasionale e stoviglie per le grandi occasioni. I libri di ricette devono essere a portata di mano e una mensola sopra il piano di lavoro può essere l’idea giusta, per dare un’occhiata agli ingredienti e alla preparazione cucinando ai fornelli. La scelta dei mobili dipende anche dalle persone che li impiegheranno. Le persone anziane devono avere dei mobili facilmente accessibili, quindi i mobili più elevati dovranno avere un meccanismo per rendere più semplice l’accesso ai ripiani superiori. I pannelli devono essere semplici da aprire e le manopole dei mobili dovranno avere un’impugnatura maneggevole. La preparazione dei cibi richiede tempo, quindi è necessario per una persona anziana avere un appoggio per sedersi. Il piano di lavoro e il lavello avranno uno spazio nella parte inferiore, per consentire una posizione seduta.

Cucina aperta o chiusa

La scelta non dovrebbe scaturire da una banale preferenza, ma dovrebbe derivare da una vera e propria riflessione visto che sia in un caso sia nell’altro esistono vantaggi e svantaggi. La cucina aperta è adatta, in particolare, per piccoli spazi per dare l’impressione di grandiosità. La cucina chiusa, invece, evita di invadere il soggiorno con gli odori della preparazione. La cucina chiusa è un classico ed è, di solito, studiata per gli appartamenti e le case d’epoca. Privilegia la disposizione a U, con una predilezione per i colori chiari che regalano una sensazione di spazio. La cucina aperta è moderna e originale e ha un’apertura sul soggiorno, per creare uno spazio conviviale. Il problema degli odori della cucina può essere risolto con un buon impianto di ventilazione ed è possibile scegliere degli elettrodomestici silenziosi per evitare i rumori.

Disposizione della cucina

La disposizione della cucina dipende dagli spazi disponibili ed è suddivisa in varie tipologie:

  • Cucina lineare o a I: è una disposizione semplice, ideale per gli spazi ristretti. Il muro disponibile è uno solo ed è necessario sfruttare l’altezza, per avere più spazio da usufruire.
  • Cucina in parallelo o a doppia I: impiega un sistema faccia a faccia con due piani. Gli spazi ristretti ne gioveranno ed è importante che sia presente un corridoio con almeno 1 metro e 20 cm di separazione, per aprire i pannelli e i cassetti.
  • Cucina a L: ha a disposizione due muri, perpendicolari uno all’altro. Richiede più spazio, ma è ideale per avere una cucina aperta di tendenza.
  • Cucina a U: ha a disposizione 3 muri per organizzare i mobili. È una disposizione pratica che si adatta a molti spazi.
  • Cucina a isola: è una disposizione di tendenza che dà spazio al piano di lavoro, trasformandolo anche in zona pasti. È essenziale che sia prevista una certa distanza dagli altri mobili, per una questione di praticità.

Materiali e colori

L’arredo è una questione di gusti personali e se volete avere qualche spunto, potete ispirarvi alle tendenze attuali. Di seguito descriviamo, in una panoramica, le tendenze principali nell’anno 2015.

  • Motivi ripetuti: i motivi geometrici sono stati al top negli ultimi anni. Ora è arrivato il momento dei motivi ripetuti, sia sulla ceramica sia sulla carta da parati, sia nelle piastrelle o nei rivestimenti per pavimenti. Ricordano i dettagli bizantini dei secoli passati, questi mosaici delicati danno carattere a un ambiente come la cucina.
  • Mobili decorativi: l’ambiente cucina, spesso considerato il “cuore della casa”, non è solo uno spazio funzionale ma è un elemento decorativo. L’aspetto dei mobili della cucina diventa importante, come per gli altri mobili della casa al fine di dare carattere all’ambiente. Il mobile della cucina, con isola, ha dettagli e finiture simili a una sedia decorativa.
  • Carta da parati: è uno stile ritornato di tendenza e non è una novità. La novità è rappresentata dal tipo di carta da parati e dalla posizione scelta per applicarlo nella cucina. Di solito è applicata sulle pareti lontane dal calore del forno e dall’umidità del lavello. È un punto d’attrazione della stanza che regala all’ambiente un tocco decorativo sorprendente.
  • Metalli di pregio: acciaio inox e argento sono i metalli utilizzati più sovente in cucina. Nel 2015 si aggiungono anche bronzo, rame e ottone. Si tratta di metalli dai colori caldi che in passato hanno dato alla cucina un aspetto classico e tradizionale, mentre ora sono eleganti e moderni con linee semplici e tecno.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo oppure scrivi un commento.